FIND US

PORDENONE 33170 - Italy

Corso Vittorio Emanuele, 56/c

TREVISO 33080 - Italy

Via Sant'Agostino, 5

 

OPEN da Martedì a Sabato 

09:30 - 12:30 | 15:30 - 19:30 1.2

Phone: +39 0434 21265

Mail: info@dimore-concept.com

JOIN US

  • facebook_edited
  • pinterest_edited
  • Instagram_edited

Design © 2016 Dimore Concept - All rights Reserved - P.iva 01782610933

Marimo baby sfera

€19.50Prezzo

Il piccolo Marimo, diametro che varia tra 5mm-1cm, viene custodito all’interno di una sfera di 250 ml. Perfetto come piccolo dono o come bomboniera originale. La #marimomania lo considera “marimo da borsetta” per poterlo portare sempre con se.

 

Marimo è un’alga che cresce in forma sferica.  La forma si crea e si mantiene nel tempo grazie al costante movimento delle correnti presenti sul fondale dei laghi in cui cresce. Solo 3 paesi in tutto il mondo hanno la fortuna di ospitarla sui fondali dei loro laghi: Il Giappone, l’Estonia e l’Islanda. È un’alga d’acqua dolce di piccole dimensioni il cui nome deriva dalla parola giapponese Mari (biglia). Formata da una superficie morbida e fusti sottili color verde scuro, con i quali riesce a catturare grandi quantità di nitriti e nitrati che vengono poi trasformati in ossigeno. Non ha radici e riceve nutrimento dal fusto di cui è composta. Da sempre considerata simbolo dell’amore eterno, deve la sua fama ad un mito giapponese che narra la storia di due innamorati che sulle rive del lago Akan, trasformarono i loro cuori in Marimo e li gettarono sul fondo del lago per vivere per sempre insieme. Questa alga infatti, nonostante abbia una crescita lentissima, è molto longeva.Nel 1921 è stata dichiarata Tesoro Naturale Giapponese e considerata una pianta protetta, in questo modo si è evitata la sua estinzione.

Cure: Marimo è una pianta acquatica a cui servono poche cure ed attenzioni. È importante cambiare l’acqua una volta al mese e risciacquare il contenitore che la ospita. Non esporre Marimo al sole diretto e strizzala delicatamente durante il cambio dell’acqua. Un po’ di acqua frizzante la aiuterà a trasformare l’anidride carbonica in ossigeno. Non teme le temperature fredde, meglio garantirle temperature non superiori ai 25°.